Il browser utilizzato non garantisce l'adeguata esperienza di navigazione e non è quindi supportato. Per una migliore esperienza web, raccomandiamo di aggiornare il browser.

Iperammortamento Industria 4.0

Cosa vi offre CGT

Il supporto necessario per l'investimento migliore

  • La più ampia gamma di prodotti Caterpillar, Sandvik e Komptech rispondenti ai criteri dell’Industria 4.0 (ora Impresa 4.0) per accedere all'iperammortamento.
  • La consulenza del team nuove tecnologie con decennale esperienza nella gestione e digitalizzazione dei cantieri, per individuare il migliore mix possibile di prodotti e tecnologie e trarne i maggiori benefici.
  • Assistenza per l’attivazione dell’interconnessione dei nuovi beni ai sistemi gestionali aziendali, condizione necessaria per fruire dell’iperammortamento.
  • Il supporto del team prevenzione che da anni cura da remoto l'efficienza di oltre 3.000 macchine.
  • Formule di finanziamento flessibili e personalizzabili.

 



Industria 4.0

Gran parte della gamma di prodotti CGT risponde ai criteri del Piano nazionale Impresa 4.0, con la possibilità di contare su un risparmio fiscale rilevante, che in alcune aree d’Italia può arrivare ben oltre l’80% del valore del bene acquistato.

Cos’è

La Legge di Stabilità 2019 ha introdotto l’iperammortamento al 270% per le imprese che investono nell’acquisto di beni strumentali nuovi, anche in leasing, che “favoriscono i processi di trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave Industria 4.0”.


Scadenza

Per usufruire dell’iperammortamento, il nuovo bene strumentale deve essere acquistato e "connesso" ai sistemi aziendali entro il 31 dicembre 2019 oppure entro il 31 dicembre 2020, a patto che l'ordine e il pagamento di almeno il 20% a titolo di acconto siano effettuati entro il 31 dicembre 2019.


Vantaggi per le imprese

  • Mettere in ammortamento il bene per un valore superiore del 170% rispetto al costo di acquisto.
  • Risparmio fiscale molto rilevante, pari almeno al 64,8% del valore del bene acquistato.
  • Agevolazione cumulabile con altre normative quali: Sabatini Ter, Incentivi alla patrimonializzazione e Credito d'Imposta per il mezzogiorno, Bando Macchinari Innovativi, Bando INAIL 2019.

A quali beni si applica

Beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti:
  • Macchine operatrici, per carico, scarico, movimentazione e pesatura.
  • Macchine per recuperare materiali da scarti industriali (vagli, frantoi).

Caratteristiche necessarie

Per accedere all’agevolazione, i beni devono sempre soddisfare tutte le seguenti caratteristiche:
  • Controllo per mezzo di computer/centraline
  • Interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con scambio di informazioni
  • Integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo
  • Interfaccia uomo macchina semplici e intuitive
  • Rispondenza ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro
Devono anche rispondere ad almeno due tra le seguenti caratteristiche:
  • Sistemi di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto
  • Monitoraggio continuo delle condizioni di lavoro
  • Caratteristiche di integrazione tra macchina fisica e/o impianto con la modellizzazione e/o la simulazione del proprio comportamento nello svolgimento del processo
 

Credito d'imposta per il Mezzogiorno

  • Agevolazione del 45% per le piccole imprese e 35% per le medie imprese, sugli investimenti fatti fino al 31 dicembre 2019.
  • Gli investimenti devono essere correlati a un progetto per un nuovo sito produttivo oppure, relativamente a un sito già esistente, all'ampliamento o all'aumento della capacità produttiva.
  • Valido per le aziende con una sede produttiva in Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna oltre che in alcuni Comuni di Molise e Abruzzo dove è prevista un'aliquota più bassa.
  • Il limite massimo di investimento ammissibile è di 3 milioni per le piccole imprese e di 10 milioni per le medie imprese.
  • La base di commisurazione del credito d’imposta spettante è costituita dall'intero costo sostenuto per l’acquisizione dei beni agevolabili e non più al netto degli ammortamenti fiscali dei periodi d’imposta precedenti.
Il Credito d’imposta Sisma, attivo dal 25/09/2019 al 31/12/2019, è rivolto a tutte le imprese (PMI e GI) con sede produttiva localizzata in uno dei 140 Comuni delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dagli eventi sismici a far data dal 24 agosto 2016. Clicca qui per conoscere i Comuni interessati.
 
Per accedere al Credito d'imposta è necessario che la macchina acquistata sia consegnata entro l'anno.
 
Le agevolazioni previste dal Credito di Imposta e la legge Sabatini Ter sono cumulabili a condizione che non venga superata l'intensità massima consentita dalla disciplina di riferimento.

 


Il risparmio fiscale

Vantaggi Industria 4.0

Visualizza il grafico esemplificativo del risparmio fiscale ottenibile grazie all'iperammortamento e grazie al Credito d'Imposta per il Mezzogiorno nelle regioni del centro sud Italia.

Apri

Parliamone insieme